Gabrielle Bonheur Chanel, detta Coco, moriva a Parigi il 10 gennaio di 50 anni fa, lasciando un vuoto incolmabile all’interno del sistema moda. Madre di uno stile tanto semplice quanto inconfondibile, Coco Chanel è ricordata per aver rivoluzionato per sempre il concetto di femminilità. Responsabile di aver creato la donna moderna, quella finalmente ”libera” dalle costrizioni delle crinoline e dei corsetti ottocenteschi. Quella di Coco non fu solo una rivoluzione dello stile, ma una vera e propria battaglia verso l’indipendenza.

Il suo carattere sfrontato ha creato, dal niente, una generazione di donne che poteva permettersi di indossare i pantaloni, le stesse donne che avrebbero avuto il coraggio e la tenacia di cambiare il mondo. Il suo spirito libero ha vissuto attraverso il Novecento con incedere sicuro, senza alcuna paura di immettersi in uno scenario ancora completamente dominato dagli uomini. La maison che porta il suo nome nasce nel 1910 e da subito è destinata a diventare un’icona di stile. Uno stile dal carattere distintivo, un’impronta, quella di Chanel, che è arrivata incontaminata fino ad oggi. Ripercorriamo insieme la storia di alcune delle sue importanti invenzioni.

5 invenzioni firmate Coco Chanel

  • Chanel amava andare a cavallo tutte le mattine all’alba, per questo iniziò ad indossare i pantaloni del suo fidanzato. Riteneva necessario che le donne dovessero poter godere della libertà di movimento: da qui nasce l’idea del pantalone ”da cavallerizza”.
coco chanel
credits: pinterest.it
  • The little black dress , il famoso tubino nero che ogni donna ha nel suo guardaroba è stato introdotto proprio da Mademoiselle Coco, che si è occupata di sdoganarlo dall’occasione del lutto. La storia del tubino nero inizia nel 1926 con il nome di “Petite robe noire”: l’obiettivo era quello di creare un abito che fosse comodo, adattabile al fisico di ogni donna e che fosse portabile in ogni occasione.
Credits: pinterest.it
  • Se pensi a Chanel, pensi alla giacca in tweed, ancora oggi uno dei simboli più famosi della Maison. Coco prese la giacca direttamente dal guardaroba maschile e realizzò una perfetta combinazione di comodità ed eleganza, i due punti fermi del suo modo di intendere la moda femminile.
credits: pinterest.it
  • Le scarpe bicolore, uno status symbol nato nel 1957. Prima di Chanel infatti, le donne indossavano esclusivamente scarpe che avessero il colore dell’intero outfit. Questa volta non si trattò di un ”atto di ribellione”, ma di un design studiato attentamente: il beige per allungare la gamba e la punta nera per accorciare il piede.
credits: pinterest.it
  • Chanel N°5, non un semplice profumo, ma il primo profumo totalmente chimico della storia. Nato nel 1921, quando Coco aveva 38 anni, si discosta completamente dai profumi presenti in commercio in quel periodo.  I profumi femminili erano allora basati sull’essenza di un unico fiore, mentre per Chanel n°5 fu creato un bouquet provocante che portò ad un risultato unico e nuovo.
credits: pinterest.it

Un’eredità inestimabile il suo stile senza tempo, specchio della sua anima rivoluzionaria. La sua essenza sarà sempre un punto di riferimento per i designer di ogni generazione. D’altronde, come lei stessa affermava, «di Chanel ce n’è una sola»!