La Soprintendenza archivistica e bibliografica del Lazio, Ministero per i beni e le attività culturali, nell’ambito dell’attività di tutela e salvaguardia del patrimonio culturale del Paese, ha dichiarato l’Archivio di Renato Balestra di interesse storico particolarmente importante.

L’archivio è costituito da materiali documentari eterogenei prodotti nell’arco di tempo che va dai primi anni ’50 fino al primo decennio del 2000 e comprende press-release, disegni delle collezioni Alta moda e sposa, bozzetti delle divise disegnate per Alitalia, Agip Petroli, Philippine Airlines, Avianca Airlines, Wagon Lits, disegni delle opere e dei balletti, quali Lago dei Cigni, Cenerentola, Turandot, Il Cavaliere della Rosa, Cinderella, bozzetti di abiti commissionati dalle innumerevoli clienti.

Fra il materiale anche linee concesse in licenza a Renato Balestra, cartamodelli, campioni di ricamo e di tessuto accanto a oltre 10 abiti iconici realizzati tra gli anni ’60 e gli anni 2000 e ai due abiti da sposa espressamente confezionati per la figlia dell’ex presidentessa delle Filippine, Imelda Marcos. L’archivio include inoltre fotografie e video delle sfilate di Alta moda, pubblicazioni italiane e straniere, prestigiosi premi e vari riconoscimenti assegnati allo stilista triestino.

Renato Balestra, in merito all’interesse storico particolarmente importante riconosciuto al suo archivio, ha dichiarato: ”Ringrazio il Ministero per i beni e le attività culturali e la Soprintendenza archivistica e bibliografica del Lazio, nella persona della dott.ssa Monica Grossi, per questo riconoscimento, che mi riempie di orgoglio e di gioia. Spero che tale importante dichiarazione contribuisca alla diffusione di una conoscenza più approfondita della moda, alla quale ho dedicato, con enorme entusiasmo, tutta la mia creatività e passione”.