Inferno o Paradiso! Credo alla vita eterna. Il cattolico lo ripete ogni domenica durante la Messa. Ma sa esattamente cosa significa? E l’Inferno esiste davvero?

L’impressione è che si diano per scontati concetti, verità di fede, che in realtà non lo sono.

Inferno o paradiso? quale sarà il nostro posto!

La morte, Inutile dire che si tratta dell’ultimo atto, del culmine della nostra esistenza terrena. E che, per il credente in Gesù Cristo, apre
alla vita nuova, eterna. Mentre il corpo infatti, recita il Catechismo della Chiesa cattolica, cade nella corruzione, l’anima, che è immortale va incontro al giudizio divino in attesa «di ricongiungersi al corpo quando, al ritorno del Signore, risorgerà trasformato».

Il Paradiso, “il cielo”, consiste nella beatitudine eterna, nello stato di felicità suprema e definitiva. Non tutti però la raggiungono allo stesso modo. C’è chi infatti ha bisogno di un passaggio attraverso il Purgatorio. Si tratta di coloro che, pur morendo nell’amicizia
con Dio e sicuri della salvezza, prima di stare al Suo cospetto, hanno bisogno di un periodo di preparazione, devono purificarsi.

Anche se in tanti, intellettuali e non solo, tendono a negarne l’esistenza, considerandolo un retaggio medioevale, l’Inferno è una
verità di fede. Si tratta della dannazione eterna, pena riservata a chi muore, per libera scelta in peccato mortale. Se proviamo a immaginarlo, il pensiero corre ai gironi della commedia dantesca, alla causa-effetto tra i comportamenti tenuti in vita e la “retribuzione” eterna. In realtà non sappiamo bene come sia. Di sicuro la condanna principale consiste nella separazione
eterna da Dio.

 

Crediti

Ph: Rosaria Loiacono

Model: Rossana Altieri

 

Partner

Rosa Cosola Boutique 

Elleci Boutique

Gianni Chiarini Firenze 

Dolce & Gabbana 

Plegs Design