La diva di Sanremo. È così che l’opinione pubblica ha soprannominato la co-conduttrice della seconda serata del Festival di Sanremo, ormai giunto alla sua 71° edizione.

Anche quest’anno, come di consueto, il festival della canzone italiana è stato travolto da moltissime polemiche, ma nonostante ciò tutti gli occhi erano puntati sulla cantante romana. Elodie Di Patrizi calca il palco del Teatro Ariston, tanto ambito da moltissimi, come una vera e propria diva. Se nel 2020 l’abbiamo vista come concorrente, quest’anno ha interpretato un ruolo completamente diverso, senza mai abbandonare però la musica.

Il primo look indossato da Elodie è un abito firmato dalla casa di moda italiana Versace, disegnato per lei dalla ormai “amica” Donatella, direttrice artistica della maison. Una scelta che riconferma il sodalizio tra la cantante e il marchio iniziato lo scorso anno. Abito mozzafiato in un tessuto molto particolare: la cotta di maglia metallica, un’innovazione introdotta anni fa dallo stilista Gianni Versace, fondatore della maison e un’ invenzione che ha reso celebre la casa di moda in tutto il mondo; una vera e propria rivoluzione, diventata negli anni uno dei tratti distintivi dell’azienda. L’abito, definito dalla stessa cantante “pesante”, di colore rosso su fondo grigio a contrasto, ricorda l’abito iconico di Jessica Rabbit: scollatura accentuata, spacco profondo (che ha scatenato non poche polemiche ed indignazione sui social), schiena scoperta impreziosita da un intreccio molto particolare.

Il tanto atteso cambio d’abito è avvenuto nel corso della serata per una performance degna di una pop star americana. Un minidress mozzafiato che ha avvolto la cantante in infinite frange lurex color platino, nuance che si sposa al meglio con il suo incarnato. L’abito per lo spettacolo porta la firma di Oscar de la Renta. Un look completato da una lunga coda di cavallo che si porterà dietro per tutti i cambi d’abito a seguire. Il contesto musicale e questo look, molto amato dal pubblico, strizzava l’occhio alle performances tipiche di Beyonce e JLo.

Instagram @elodie

Cambio d’abito,cambio di stilista. Il terzo look è firmato da uno designer tutto italiano: Giambattista Valli. Abito corto che rispecchia i tratti distintivi della maison e volumi smisurati che si traducono in una nuvola di tulle rosso accesso. Un abito corto, dunque, a forma di cuore, molto chic e di gran moda, modello rivisitato da tanti negli ultimi anni,per incendiare ancora una volta il palco dell’Ariston.

Per chiudere la seconda serata del 71° festival di Sanremo, Elodie riconferma lo stilista, il colore ed anche l’acconciatura, parola d’ordine: volumi. In contrasto con il primo abito dalla linea dritta e pulita, sceglie un tripudio di rouches, un abito scultura di haute couture. La parte superiore è stretta in vita da un bustino in modo da assottigliare e valorizzare la fisicità della cantante che non ha nulla da invidiare a qualsiasi top model. L’abito è completato da una lunga coda in georgette.

Instagram @elodie

Tutti i look di Elodie per Sanremo sono stati completati da tacchi vertiginosi che non l’hanno aiutata nella discesa della tanto temuta scalinata. Sandali gioiello, decolleté in raso, silver o rosso fiammante, hanno un unico comune denominatore: il marchio Jimmy Choo, una garanzia in ambito calzaturiero.

Non potevano mancare i gioielli che hanno fatto risplendere la figura di Elodie durante tutta la serata. Molto criticati per l’esorbitante prezzo, chiacchierati per la “gaffe” della caduta dell’orecchino ad inizio serata, hanno diviso a metà l’opinione pubblica, ma con l’unica certezza: i gioielli di Bulgari sono sempre una carta vincente.

Non esiste look perfetto senza un make-up eccellente. A realizzare il trucco di Elodie durante la seconda serata del Festival di Sanremo 2021, Daniele Lo Russo, in arte MrDanielMakeup. Giovanissimo, di origini pugliesi ma da anni stabilito a Milano.

Instagram @elodie

Ad accomunare i tre abiti di Sanremo è stato il colore rosso. Scelto per la sua sensualità? Per la sua irriverenza? o eleganza? Questo non è dato saperlo. Una cosa però è certa: la scelta monocromatica è stata una decisione vincente che ha accomunato tutta Italia su un’unica opinione: Elodie ha dominato il palco del 71° festival di Sanremo.

Pasquale De Felice