Tory Burch sfila a New York.

Per l’autunno-inverno 2019/2020 Tory Burch sfila a New York

con una collezione sofisticata ed eterogenea. Prende ispirazione dal Black Mountain College, celebre culla di artisti, fondato sulla libertà individuale e attivo dal 1933 al 1957 in Carolina del Nord.

Come le arti pittura, danza, poesia, teatro, performance  s’incontrano al Black Mountain College. Così la collezione della stilista combina look molto diversi fra loro. Il poncho in lana tricot con frange, la puffer jacket sovrapposta al prezioso maxi dress in seta. Il tailleur stampato, gli abiti da sera si mixano in un eclettico modernismo. L’attitudine progressista del college, che incoraggiava alla sperimentazione e che ha influenzato le avanguardie artistiche, colpisce la designer statunitense.

Una serie di rigorosi cappotti in lana con tre chiusure a scatto. Si contrappongono alle forme morbide degli abiti floral arricchiti da plissettature. Le fantasie si mixano: il completo giacca pantalone rigato si accosta al pattern della blusa con collo alla Pierrot, la stessa che crea un fresco accordo se abbinata agli abiti tempestati di cristalli.

I cycling pants sono ancora protagonisti, ma diventano ampi e fluidi, da portare con un blazer dal taglio sartoriale. Per Tory Burch la moda autunno-inverno 2019/2020 è variegata: sperimentare diventa la parola d’ordine.

Tory Burch