Ci siamo!

Il 2021 è giunto al termine, quasi 350 pagine di questo libro unico sono già state scritte e siamo arrivati al giro di boa; tra pochissimo l’unica frase che echeggerà nelle fredde giornate invernali e nei milioni di gruppi whatsapp sarà solamente una:  Cosa facciamo a Capodanno?

Quest’anno non fatevi trovare impreparati, ma chiaritevi le idee in anticipo e stupite tutti, sia che vogliate trascorrere l’ultimo magico giorno dell’anno con la dolce metà, in compagnia di amici o godere della bellezza di una serata da soli con se stessi o magari alla ricerca di nuove amicizie.

Siamo qui per proporvi le mete  più originali per un Capodanno davvero spettacolare.

L’idea migliore, vincitrice di tutto, è sempre quella di preparare uno zaino, lasciare la quotidianità e godersi un paio di giorni lontano da casa. Quest’anno siamo anche molto fortunati, perché la vigilia di capodanno cade di venerdì, dunque questo permetterà di poter sfruttare il weekend senza necessariamente dover chiedere permessi o ferie al datore di lavoro.

Da Lisbona a Parigi, da Madrid a Copenaghen prenotando in anticipo è possibile  trovare voli più economici rispetto alla media del periodo, inoltre tour operator e agenzie offrono spesso pacchetti e offerte last minute per le migliori destinazioni europee; in alternativa il fai da te rimane sempre un’ottima e valida soluzione.

Consapevoli del fatto che purtroppo a causa del Covid non si potrà fare baldoria nelle piazze delle diverse capitali, proveremo a suggerirvi le mete che propongono una varietà di attività alternative, dove poter vivere in linea con le tradizioni locali, lo scocco della mezzanotte diverso e lontano dalle classiche italiane lenticchie e cotechino.

Dubai

Trascorrere il capodanno a Dubai significa assistere al più grande spettacolo di fuochi d’artificio del mondo che da soli varrebbero il viaggio: migliaia di persone infatti, ogni anno, si radunano sul lungomare della Fontana di Dubai,  per assistere allo spettacolo di luci e acqua dove più di 400.000 fuochi si sprigionano da un bacino artificiale e vengono fatti esplodere in contemporanea e a ritmo di musica e sono così alti che possono essere visti da molte miglia di distanza.

Il modo più comodo, ma anche in linea con le nuove norme anti-Covid19,  per godere dei fuochi d’artificio è senza dubbio partecipare ad una crociera di Capodanno. Esistono diverse alternative prenotabili, tutte molto simili con partenza alle 22 e che includono bevande e spuntini, quindi per la cena bisognerà organizzarsi prima.

A bordo di queste meravigliose navi si può ammirare lo skyliner della città, godere di buona musica e salutare al meglio l’inizio del nuovo anno.

Chi non ama la folla estrema, può sempre optare per le numerose feste private organizzate dai grandi alberghi situati sul lungomare lungo la zona di Jumeirah o Dubai Marina.

Spesso vengono organizzati anche party in spiaggia molto carini, dove è possibile ballare a piedi nudi fino alle prime luci dell’alba.

Capodanno a Dubai

La meraviglia del trascorrere un Capodanno a Dubai sta proprio nella possibilità di poter indossare top e vestitini ben lontani dalle nostre abitudini, ma anche di poter dare il benvenuto all’anno nuovo con i piedi immersi nella sabbia.

Se Dubai rimane una meta non per tutti a causa dei suoi prezzi non proprio economici, per tutti gli altri che vogliono rimanere con i piedi per terra ci sono le fantastiche capitali europee che ben si prestano a mettere insieme architettura, cultura, divertimento e permettono soprattutto di non iniziare il nuovo anno con il conto in rosso.

Copenaghen

Capitale della Danimarca, la città è considerata anche la capitale indiscussa del Natale. Tutti i quartieri della città si animano e si illuminano di meravigliose luminarie, i negozi servono biscotti allo zenzero, nei ristoranti si mangia il menù tipico di Natale e i calesse tradizionali solcano la città trasportando le attesissime birre di Natale. Oltre all’atmosfera di festa e alle lucine ci sono inoltre i mercatini di Natale.

Il più colorato e divertente è quello dei Tivoli Garden per il quale bisogna pagare il biglietto di ingresso al parco. Il più caratteristico invece è quello di Odense dove vengono ricreate le atmosfere fiabesche dei libri di Christian Anderson. Il mercatino di Natale più alternativo è invece quello di Christiania che vende prodotti artigianali rigorosamente fatti a mano nella città.

Copenaghen è una delle città europee che in inverno dà il meglio di sé, romantica, ma anche suggestiva e scatenata se lo si vuole, accoglie il nuovo anno con una tradizione originale ma anche bislacca: gli abitanti della città si tolgono le scarpe e salgono su una sedia per saltare giù allo scoccare della mezzanotte in segno di buon augurio per l’anno che è appena arrivato.

Fondamentale prima di stabilire Copenaghen come meta per il Capodanno è tenere conto del fatto che è una città molto fredda, anche se questo fa parte del suo fascino nordico; in questo periodo dell’anno infatti le temperature sono piuttosto rigide e scendono abitualmente intorno a zero gradi e di notte sono frequentemente ben al di sotto.

Contate dunque di mettere in valigia abiti caldi di qualità, accompagnate i vostri outfit con cappelli, guanti e sciarpe e tutto andrà bene, starete al caldo e sarete molto fashion.

Madrid

Plaza Puerta del Sol è sicuramente il palcoscenico principale del Capodanno madrileno, qui giochi di luce e bancarelle fanno da sfondo alle luminarie e all’allegria degli abitanti che la notte del 31 dicembre indossano parrucche carnevalesche colorate e ballano per le strade.

Allo scoccare della mezzanotte a Madrid è d’obbligo mangiare 12 chicchi d’uva, uno per ogni rintocco dell’orologio. Secondo la tradizione è infatti di buon auspicio mangiare un chicco d’uva per ogni mese dell’anno mentre batte la mezzanotte, per completare il rito, la lunga nottata dovrebbe finire mangiando churros inzuppati nella cioccolata calda, lasciandosi coccolare dal dolce profumo del cacao e dalla luce tenue del sole del primo mattino.

A prescindere dalle tradizioni o dagli eventi che si possono organizzare in occasione della fine dell’anno, Madrid rimane sempre un gioiello da un fascino indescrivibile, con le sue taverne, la sua paella e l’inconfondibile stato d’animo perenne degli spagnoli che travolge anche il più timido.

Parigi

Città dell’amore, sfondo di milioni di storie, Parigi è sempre una buona idea. Scontata? Si! Banale? Anche! Ma non c’è una sola ragione per cui non valga la pena visitarla in qualsiasi periodo dell’anno. Se proprio si vuole raggiungere l’apice, come non pensare di salutare il vecchio anno di fronte agli Champs Elysées?!

Le alternative sono veramente tante, la Tour Eiffel, oltre ad offrire il suo solito imponente e spettacolare gioco di luci rincara la dose e lascia a bocca aperta tutti coloro che si trovano ad alzare il naso all’insù per ammirare i milioni di lucine che accendendosi e spegnendosi creano un’atmosfera veramente magica.

Si può pensare di trascorrere la notte più lunga dell’anno in modo molto romantico e lontano dal centro, a bordo di un battello che viaggiando sulla Senna si presta a creare vere e proprie scene cinematografiche; le imbarcazioni che offrono questa possibilità sono gestite dalla compagnia Bateaux-Mouches e il programma prevede la cena, con un’atmosfera musicale classica e rientro alle 2 di notte per un totale di €390,00 a testa. Non più caro del classico veglione ma con un panorama decisamente mozzafiato.

Per finire e per i più alternativi, anche corsetti e guepiere, lustrini e piume saranno uno spettacolo se visti al Moulin Rouge al costo di una cena non proprio economica, ma per la quale ne vale veramente la pena; accompagnata dall’Orchestra del Moulin Rouge, la cena sarà seguita dalla dichiarazione dei desideri e dallo spettacolo notturno.

parigi francia torre eiffel notte

Per cui, rispolveriamo il francese, impariamo a pronunciare la loro “r” e partiamo per una fantastica e indimenticabile notte di San Silvestro nella città più romantica del mondo.

Lisbona

Temperatura mite, cieli azzurri e atmosfera totalmente differente rispetto alle città di cui abbiamo parlato finora, è particolarmente consigliata per trascorrere un Capodanno ideale, che sia una folle notte in discoteca o una romantica passeggiata notturna.

Inoltre, a differenza delle altre capitali europee come Londra o Parigi, è molto meno costosa e, anche nei periodi di alta stagione, permette di organizzare un soggiorno senza necessariamente tornare a casa con il portafogli vuoto.

Ma iniziamo dalle tradizioni popolari così tanto diverse dalle nostre: lasciamo a casa mutande e reggiseni rossi e pensiamo invece al blu come colore portafortuna da indossare come biancheria rigorosamente nuova.

Propiziatorio è anche il rito della moneta nelle tasche, che si dice porti denaro durante l’anno nuovo: basta solo una monetina da portare nelle tasche di giacche o pantaloni.

Se invece è la coppia ad aver bisogno di un rito propiziatorio, occorre dormire rigorosamente su lenzuola nuove.

Capodanno è comunque sinonimo di cenone e si può tranquillamente non rinunciare anche se ci si trova in una città diversa da quella di origine, a Lisbona si può optare per le diverse taverne oppure i tanti ristoranti gourmet che nell’ultimo periodo hanno conferito alla città la fama di destinazione top per chi ama la cucina di classe.

Ma per per  trascorrere un Capodanno veramente speciale si può prenotare il cenone in uno dei più romantici ristoranti: la crociera Confeitaria Nacional,  una barca che naviga le acque del fiume Tago mentre ci si gusta una sontuosa cena innaffiata da coppe di champagne.

Lo spettacolo pirotecnico sul Tago è il momento culminante di ogni Capodanno a Lisbona: in un’atmosfera tanto esclusiva, i colori sgargianti dei fuochi d’artificio illuminano a giorno il cielo della capitale, ma ancora più suggestivo rimane lo spettacolo che creano i riflessi dei fuochi sull’acqua del fiume.

Capodanno 2022 a Lisbona

Pur non essendo una meta classica per il Capodanno, Lisbona è emersa negli ultimi anni come alternativa più vivibile alle “solite” Londra, Parigi e New York, tutta da scoprire e da vivere.

Concludiamo qui il nostro viaggio tra le 5 mete consigliate con un piccolo riepilogo:

  • prenotiamo un viaggio con giusto anticipo per trovare le soluzioni migliori.
  • Informiamoci sempre sulle condizioni meteo e facciamo una valigia intelligente per evitare di salutare l’anno nuovo vestite male,
  • decidiamo come vogliamo trascorrere l’ultima notte dell’anno e prenotiamo, che sia una crociera o una cena gourmet; non possiamo rischiare di lasciarci scappare il posto che desideriamo,
  • lasciamoci travolgere dalle tradizioni locali.

A tal proposito, nel dubbio, quest’anno, ovunque mi troverò attingerò ad una di queste tradizioni estere, dato il fallimento di quelle italiane, tentar non nuoce!

Comunque sia,  qualunque posto decidiate di scegliere per gettarvi alle spalle un anno che non è andato come volevate o per festeggiare qualsiasi obiettivo raggiunto o da raggiungere, che il vostro cuore e le vostre menti siano sempre aperte alla magia e a tutte le possibilità che lo scocco della mezzanotte di ogni 1 Gennaio porta con sé.